Follow by Email

sabato 10 agosto 2013

Il Progetto di Dio è la glorificazione dell'uomo e della donna, sue creature...

Dio crede nel Suo Progetto, e anche dopo la caduta dei progenitori, per mezzo del Figlio: Gesù Cristo, ha restituito lo stato di grazia all'umanità attraverso: la Redenzione, la Salvezza e la Santificazione (Nuova glorificazione);

Dio spera che l'essere vivente, che Lui ha creato, non rifiuti il Suo Progetto di glorificazione e non rinunci, per nessun motivo al mondo, alla Sua offerta di Redenzione, di Salvezza e di santificazione. Per questo la preghiera dell'arcangelo Michele a Fatima, recita: "Mio Dio, io credo, adoro, spero e ti amo. Ti chiedo perdono per coloro che non credono, non adorano, non sperano e non Ti amano. Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo: io Ti adoro profondamente e Ti offro il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Gesù Cristo, presente in tutti i tabernacoli della terra, in riparazione degli oltraggi, dei sacrilegi e delle indifferenze con cui Egli stesso viene offeso. E per i meriti infiniti del suo Sacratissimo Cuore e per intercessione del Cuore Immacolato di Maria, io Ti chiedo la conversione dei poveri peccatori".
Il Progetto di Dio è per tutti, e quelli che per grazia Sua lo hanno già accolto, devono chiedergli perdono se non fanno ciò che è nelle loro possibilità e facoltà, doni e carismi (talenti) perché chi ancora lo rifiuta, o non ne è a conoscenza, o è distratto da altri tipi di progetti o di faccende... possa recitare a sua volta: "Mio Dio, io credo, adoro, spero e ti amo. Ti chiedo perdono per coloro che non credono, non adorano, non sperano e non Ti amano...ancora;

Dio ama il Suo Progetto perché esso stesso è frutto del Suo Amore, della Sua Bontà, della Sua Misericordia, della Sua Verità, della Sua Giustizia, della Sua Pace, della Sua Bellezza, della Sua Gioia e della Sua Gloria infinita.

"La gloria di Dio è l'uomo vivente" diceva sant'Ireneo; facciamo la nostra parte perché secondo le nostre facoltà e possibilità, in ogni luogo dove ci troviamo, con chiunque ci relazioniamo, dimostriamo al mondo che Dio ha un Progetto per noi dall'eternità e per l'Eternità e che per aderire a questo progetto bisogna semplicemente comprendere che siamo stati scelti singolarmente, siamo stati chiamati uno ad uno, ma che tutti, insieme, possiamo realizzarlo. Ricordiamoci che siamo chiamati al bello, al vero, al giusto: all'Amore... e l'Amore è senza limiti e senza confini.

Fra Sole