Follow by Email

lunedì 25 aprile 2016

IN RISPOSTA A NATALUCCIA


Si, è vero!... Voi donne avete conquistato l’emancipazione e ciò Vi fa onore e va riconosciuto. Adesso, però bisogna affrontare un altro obiettivo e non riguarda solo le donne: abbiamo perso la SOVRANITA’ DEGLI STATI. Oggi è la FESTA DELLA LIBERAZIONE ma siamo liberi o dipendiamo dalle scelte compiute da pochi per ragioni economiche e di dominio TOTALE?...
Vi invito a riflettere sulla provocazione di FraSole prima di dire che siamo LIBERI:

 http://www.fratesole.sicily.it/tamtam_indignati_terza_via/TamTam_indignati_Terza_via.htmhttp://www.fratesole.sicily.it/tamtam_indignati_terza_via/TamTam_indignati_Terza_via.htm

domenica 24 aprile 2016

RIPRENDIAMO CON LA DECIMA DOMANDA

BENVENUTO AI NUOVI AMICI DEL CONVENTO. RIPRENDIAMO CON LA DECIMA DOMANDA.
10 - Domanda: CI RENDIAMO CONTO CHE L’UMANITA’ NON E’ STATA CREATA DAL SIGNORE PER DIPENDERE DA WALL STREET?...
Carissimi amici della rete web, la vita è bella. Perché sprecarla inseguendo cose futili e passeggere? Se ci sono persone, al mondo, che non se ne preoccupano e accettano passivamente questo stato di cose, per i credenti di qualunque religione e per i laici “umanisti” (che hanno a cuore le sorti dell'uomo e del pianeta), ciò che sta accadendo a livello mondiale sul piano economico-finanziario non è giusto, non è vero e non è buono.
Se vi va di dire la vostra entrate nel convento e in particolare nella seguente stanza:

domenica 17 aprile 2016

RINASCITA CRISTIANA. BASTA CON IL CONSOCIATIVISMO IBRIDO...

RINASCITA CRISTIANA.

ECCO LA RISPOSTA DI FRASOLE ALLA NONA DOMANDA:

“IL CITTADINO ITALIANO SU CHI PUO’ CONTARE PER OTTENERE QUELLO CHE GLI SPETTA E CIOE’: IL DIRITTO AD UNA VITA SERENA, PACIFICA E CON IL NECESSARIO PER VIVERE DIGNITOSAMENTE?...”

RINASCITA CRISTIANA. Risposta alla nona domanda da parte di FraSole

RINASCITA CRISTIANA.

Risposta alla 9 – Domanda da parte di FraSole.

Il principio da porre alla base della riflessione, in risposta alla nona domanda, potrebbe essere preso in prestito dal detto popolare: “ OGNUNO HA CIO’ CHE SI MERITA”.
Se ci pensiamo bene, infatti, A QUESTA GENERAZIONE NON ABBIAMO FORSE, CONSEGNATO UNA SOCIETA’ IPOCRITA E MENZOGNERA, PERVERSA, CORROTTA, RIPIEGATA SU SE STESSA, CAPACE SOLTANTO DI TOGLIERE LA SPERANZA AL POPOLO CHE SOFFRE E CONCENTRARE IL BENE-ESSERE FRA POCHI PRIVILEGGIATI CHE NE FANNO USO E CONSUMO AI DANNI DELLE PERSONE PIU’ DEBOLI?...
Noi tutti, volenti o nolenti, abbiamo contribuito a creare un mondo FALSO, che basa le proprie certezze sull’avere, sul possedere, sul godere e sul dominare gli altri. Siamo tutti, chi più chi meno, vittime di quella suggestione collettiva propria del RELATIVISMO ETICO che come effetto genera
IL DESIDERIO di avere tutto e subito, senza sé e senza ma; di pretendere il massimo per se stessi senza preoccuparsi nemmeno dell’essenziale che manca al prossimo e della condizione di solitudine che magari esperimenta il vicino di casa; il BISOGNO di usare,  sfruttare, spremere e buttare tutto, subito dopo l’uso, come un oggetto qualsiasi. Niente stabilità affettiva, niente continuità sentimentale, conta solo l’attimo fuggente; all’amore stabile si è sostituito il sesso mordi e fuggi; al lavoro stabile, il precariato, al servizio per il bene per tutti è subentrato il servizio al bene proprio e dei propri parenti, amici e sostenitori.

Nella domanda viene chiesto: SU CHI PUO’ CONTARE IL CITTADINO PER OTTENERE QUELLO CHE GLI SPETTA DI DIRITTO?... Siamo convinti che prima di cercare dei responsabili al di fuori di ognuno di noi, dobbiamo guardarci dentro e chiederci se siamo parte integrante del sistema, assuefatti al modus vivendi o abbiamo capito che: “chi è causa del proprio male pianga se stesso”?...
IL SISTEMA E’ COSI’ MALATO E INARIDITO ALLA RADICE CHE NON POSSIAMO CONTARE SU NESSUNO SE NON SULLA NOSTRA VOLONTA’ DI DIRE BASTA E DI COMPRENDERE CHE E’ VENUTO IL TEMPO, ED E’ QUESTO, PER USCIRE DAL LETARGO, DALL’IPNOSI COLLETTIVA, DALLO STORDIMENTO GENERAZIONALE.
I CREDENTI, HANNO UNA IDENTITA’ CHE LI ORIENTA AL BENE, AL GIUSTO, AL BUONO?... SI RIUNISCANO ABBATTENDO MURI, BARRIERE, PROTAGONISMI E PRIMOGENITURE E DIANO VITA ALLA RINASCITA CRISTIANA IN OGNI LUOGO E IN OGNI ISTITUZIONE. 
PAPA FRANCESCO, DA SOLO, STA DIMOSTRANDO CHE IL CRISTIANESIMO NON FA MALE A NESSUNO E VUOLE IL BENE DI TUTTI!!!... E ALLORA, VI CHIEDO, PERCHE’ DOBBIAMO FARCI GUIDARE E COMANDARE DA PERSONE SENZA SCRUPOLI CHE AL CENTRO DEL LORO CUORE NON HANNO DIO MA IL PROPRIO IO?... RINASCITA CRISTIANA. Fate sentire la vostra voce con la consapevolezza che non siete soli e allora, forse, potremo rivendicare il “DIRITTO AD UNA VITA SERENA, PACIFICA E CON IL NECESSARIO PER VIVERE DIGNITOSAMENTE”.


Pace e bene. V/stro FraSole

sabato 9 aprile 2016

IL CITTADINO ITALIANO SU CHI PUO’ CONTARE?...

9- NONA DOMANDA.

Salve, fratelli e sorelle. Un caloroso benvenuto ai nuovi amici. FraSole, dal bellissimo Convento virtuale, Vi invita a partecipare alla nona riflessione per la settimana.
Mentre i governanti si fanno i comodi loro e dei loro parenti e amici, il cittadino soffre, i giovani non trovano lavoro, le famiglie vivono nel disagio, i deboli GRIDANO AIUTO!!!...
9 – DOMANDA:

IL CITTADINO ITALIANO SU CHI PUO’ CONTARE PER OTTENERE QUELLO CHE GLI SPETTA E CIOE’: IL DIRITTO AD UNA VITA SERENA, PACIFICA E CON IL NECESSARIO PER VIVERE DIGNITOSAMENTE?... 

domenica 3 aprile 2016

FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA

PRIMA DOMENICA DOPO PASQUA, SU RICHIESTA ESPLICITA DI GESU’ PER BEN 14 VOLTE A SUOR FAUSTINA NEL 1931: FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA.
Quest’anno acquista maggiore significato e capacità di coinvolgimento dei fedeli in quanto ricorre nell’Anno Santo della Misericordia indetto da Papa Francesco.
OGGI LE PORTE DEL CONVENTO VIRTUALE DI FRASOLE SONO APERTE A TUTTI I PELLEGRINI DEVOTI DELLA “DIVINA MISERICORDIA” CHE VOGLIONO VIVERE NEL CONCRETO L’ESPERIENZA DELLA RISURREZIONE DI GESU’ CRISTO.
Così si pronunciò Gesù quando trasmise a suor Faustina la sua volontà relativamente al quadro che Lui stesso suggerì di realizzare: "Io desidero che vi sia una festa della Misericordia. Voglio che l'immagine, che dipingerai con il pennello, venga solennemente benedetta nella prima domenica dopo Pasqua; questa domenica deve essere la festa della Misericordia".
Vi affido una riflessione particolare sul perché della scelta della prima domenica dopo Pasqua; così come ha osservato la stessa suor Faustina: "Ora vedo che l'opera della Redenzione è collegata con l'opera della Misericordia richiesta dal Signore". Gesù ha spiegato la ragione per cui ha chiesto l'istituzione della festa: "Le anime periscono, nonostante la Mia dolorosa Passione (...). Se non adoreranno la Mia misericordia, periranno per sempre". Vi consiglio di recitare quotidianamente la seguente preghiera:
MIO DIO, IO CREDO, ADORO, SPERO E TI AMO. TI CHIEDO PERDONO PER TUTTI COLORO CHE NON CREDONO, NON ADORANO, NON SPERANO E NON TI AMANO. AMEN


BUONA CELEBRAZIONE DELLA DIVINA MISERICORDIA A TUTTI…